Crostata di sorgo alla caprese

Sapete voi cos’è il sorgo?

Io in realtà l’ho conosciuto poco tempo fa anche se, sin da piccola, sentivo nonna che parlava del campo di sorgo del Sig. Vittorio (uomo che ricordo “fotograficamente” nella mia testa e a cui ho voluto bene da piccina… non lo conoscete ma un giorno ve ne parlerò). Quella coltura era in realtà di mais ma lei diceva sempre “varda quanto sorgo chel ga st’ano”.

Sta di fatto che sino a pochi anni fa la mia conoscenza di questo cereale si fermava a questo mero ricordo.

Ho iniziato ad introdurlo nella mia cucina considerando le grandi proprietà benefiche che apporta al nostro organismo. Utilizzo i chicchi decorticati per realizzare delle gustose insalate fredde o in accompagnamento a qualche bel trancio di salmone (companatico perfetto per questo pesce considerando la sua grassezza).

Ultimamente però ho scoperto anche la farina di sorgo, prodotto eccellente! Tutto grazie al Molino Filippi con cui collaboro da un anno e che da poco ha realizzato una nuova linea di farine, tra le quali appunto la farina di sorgo, a mio parere super interessanti.

Prima di utilizzare questa farina per la realizzazione di qualche ricetta mi sono però documentata sulle sue caratteristiche.

E’ una farina ancora poco utilizzata in Italia rispetto a Paesi come Somalia ed Eritrea dove è la principale forma di reddito, oltre che alimentare. A livello cromatico risulta di color bianco/giallognolo. Al tatto è fine e presenta una leggera igroscopia (assorbe l’umidità dall’ambiente). E’ indicata per la preparazione di prodotti simili a piadine, pancakes, frolle e crespelle in quanto NON lievita.
E’ anche una farina gluten free, quindi perfetta per chi soffre dei disturbi della celiachia.

Io oggi ho deciso di utilizzarla per preparare la pasta base di una crostata salata.

Sarà un guscio croccante e super saporito di pasta matta al sorgo, il cui ripieno è un cuore filante di squacquerone, mozzarella e pesto, accompagnato da una montagna di pomodorini gialli e rossi.

Sì lo so, le foto non sono un granchè, ma come succede la maggior parte delle volte… più le torte o crostate salate sono “bruttine” e più sono un’esplosione di bontà in bocca.

Io vi lascio la ricetta e spero che comunque la mia idea vi piaccia, vi invito anche a seguire sempre il mio blog perchè ho in mente diverse ricettine (anche dolci) da realizzare con questa magnifica farina!

ricetta crostata salata estiva

CROSTATA DI SORGO ALLA CAPRESE

INGREDIENTI:

Dosi per 8 persone

– 160 g acqua a temperatura ambiente

– 125 g farina di sorgo Molino Filippi

– 125 g farina “00”

– 30 g olio extra vergine di oliva

– 15 g aceto di vino bianco

– 5 g sale fino

– Erbette aromatiche q.b (basilico, timo limonato, maggiorana, origano)

Lemon Myrtle di Tuttelespeziedelmondo q.b

Peperoncino di Aleppo in fiocchi Tuttelespeziedelmondo q.b

– 125 g di squacquerone

– 50 g di mozzarella in panetto

– 3 cucchiai di pesto

– pomodori misti (ciliegino rosso, pachino giallo e cuore di bue) q.b

 

Questa ricetta è veramente semplice, come del resto lo sono quasi tutte le preparazioni di torte salate.

Si parte dalla realizzazione della pasta matta.

Unite in una ciotola le due farine setacciate, aggiungete le erbette aromatiche tagliuzzate grossolanamente, il lemon myrtle ed il peperoncino di Aleppo in fiocchi, del sale e se volete anche del pepe.

Date una prima mescolata, aggiungete l’aceto e l’acqua a temperatura ambiente; impastate energeticamente con le mani sino ad ottenere un composto omogeneo (utilizzando la farina di sorgo potreste dover aggiungere ancora dell’acqua rispetto a quella indicata, questo perché tendenzialmente assorbe molta umidità, perciò regolatevi anche ad occhio in quanto l’impasto deve risultare morbido e semi elastico).

Unite anche l’olio, continuando ad impastare, ed una volta assorbito stendete su di un piano da lavoro infarinato la vostra pasta sino ad ottenere uno spessore di mezzo centimetro.

Foderate una pirofila con della carta forno ed adagiatevi la sfoglia di pasta dopodichè bucherellate la superficie con una forchetta e tenetela da parte.

Per la farcia mescolate in una ciotolina lo squacquerone con la mozzarella in panetto grattugiata ed i tre cucchiai di pesto al basilico.

Versate la vostra crema di formaggio sulla sfoglia di pasta matta al sorgo e livellatela bene con una spatolina.

Lavate accuratamente i pomodorini e tagliateli a metà, tagliate a fette spesse mezzo centimetro anche il pomodoro cuore di bue ed adagiate tutti i pomodori sulla superficie della crostata alternandone i colori.

Spolverate con un pizzico di sale e origano fresco ed infornate a 180° (forno precedentemente riscaldato) per 35/40 minuti.

Fate intiepidire e servite.

ricetta torta salata ai pomodorini

torta salata ai pomodori- farina di sorgo

La terra produce il grano. Ma l’uomo produce il sogno del grano, ed è il sogno che consente il realizzarsi delle cose.

Proverbio Indù

5,211 Visite totali, 3 visite odierne

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *