Flinchi – frittelle di polenta

Questi sono i giorni clou del carnevale, ormai manca poco più di una decina di giorni alle due giornate “calde” di questa festa,martedì e giovedì grasso.
Io quest’anno mi sono data bene da fare con la preparazione dei dolci carnevaleschi, sarà anche perchè ho un corso martedì proprio su queste classiche ricette e volevo perfezionarmi nella loro buona riuscita, ma forse è solo la scusa per soddisfare la mia grande golosità.
Ogni regione ha una sua ricetta tradizionale per questa festa ed io oggi ho “riempito” casa di un caldo profumo proveniente da lontano.
Un aroma dolce ma non troppo che è tipico, in questo periodo, delle case della Val di Fiemme: ho preparato i flinchi, golose e non troppo dolci frittelle di polenta e patate che si sposano alla perfezione con una marmellata acidula di prugne o, come nel mio caso, di ribes rosso.
La ricetta originale l’ho leggermente modificata aggiungendoci un po’ di zucchero, per rendere più piacevole e golosa questa frittella.
Noi in veneto prepariamo le “fritole” con il semolino perciò, abituata a questa consistenza, non pensavo mi sarebbero piaciuti i flinchi; ed invece devo dire che sono durati giusto il tempo di scolarli dall’olio della frittura. Golosissimi dal cuore tenero… oserei dire cremoso, quasi come fosse ripieno. Gusto neutro, che avvolge perfettamente la dolcezza acida delle marmellata.
Ho realizzato questa ricetta utilizzando la polenta palladio del Molino Filippi. Si sa, se si parte da una buona base tutte le ricette vengono bene, e le loro farine (vi consiglio di provarle) sono eccezionali. In più, in questi giorni, il Molino Filippi ha prodotto una nuova linea di farine che devono essere eccezionali.
Potete trovare infatti la farina di sorgo, la far piadina (sempre gluten free ed o.g.m free), la farina di miglio e la Pignoletto d’oro di Rettorgole.
Vi lascio alla mia ricetta, provatela perchè è veramente deliziosa; magari preparatevi un bel piatto di polenta e spezzatino e con la polenta che avanzate ottimizzate il prodotto realizzando insieme a me i flinchi della Val di Fiemme.
ricette dolci di carnevale frittelle di mais
FLINCHI

INGREDIENTI:

Dosi per 8 persone.

– 200 g di polenta gialla fredda (realizzata con acqua, sale e farina di mais Palladio Molino Filippi)

– 200 g di patate lesse
– 1 uovo
– 2 cucchiai di zucchero
– 2/3 cucchiai di farina bianca
– confettura di ribes
– olio per friggere
– zucchero a velo
– sale q.b.
Questa ricetta è veramente semplice: io ve la propongo come un piatto del riciclo, una golosa idea per riutilizzare la polenta fredda magari avanzata da qualche pranzo di famiglia (nel caso, fare la polentà è veramente semplice… servono solo acqua, sale e farina gialla).
Partiamo con la preparazione dei flinchi. Riducete la polenta a cubetti e passatela nello schiacciapatate. Passate, sempre nello schiacciapatate, anche le patate lessate e fatte raffreddare dopodichè unitele alla polenta in una terrina. Aggiungete l’uovo, la farina, poco sale, due cucchiai di zucchero e mescolate bene fino ad ottenere un impasto morbido ed omogeneo.
Formate delle quenelle utilizzando due cucchiai e friggetele in abbondante olio.
Una volta dorate da entrambi i lati fate asciugare l’olio in eccesso posandole sulla carta da cucina, dopodiché spolverizzate i flinchi con zucchero a velo e servite con la confettura a parte.
frittelle dolci di polenta
frittelle di polenta ricette carnevale
L’unico vero limite della polenta è la sua povertà. Per venire apprezzata in pieno, infatti, va arricchita senz’altro limite che la vostra fantasia
Licia Granello

1,005 Visite totali, 2 visite odierne

4 Commenti

  1. Conoscendo il Molino Filippi ( parente alla lontana ) e avendo le sue farine in casa proverò questa ricetta che oltre ad essere innovativa per la nostra zone mi incuriosisce ! Ho marmellata di lamponi fatta da me penso possa andare bene ! Farò sapere poiché conto farle domani 30 gennaio. Grazie ancora!

    1. Buongiorno, La confettura di lamponi va benissimo, io consiglio sempre un prodotto leggermente acido per accompagnare queste frittelle quindi che sia di ribes, prugne, prugnole o lamponi è uguale. Fammi sapere il tuo riscontro!!! Una buona giornata.

  2. Mi ritengo fortunata, spesse volte mi trovo al momento giusto al posto giusto!!!! Vi assicuro sono deliziosi, superbi provate a cimentarvi , tra l’altro anche molto facili. Brava Federica, la tua mamma.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *