Hummus di ceci neri ilprofumodeldejavu

Vai ai contenuti

Menu principale:


Hummus di ceci neri

Scoprirete, man mano nella lettura dei miei post, la mia irrefrenabile passione per la cucina che contempla l'uso delle spezie.
E' per me difficile indicare con precisione quale sia l'orientamento culinario che più mi si addice, se medditeraneo, asiatico, oceanico, africano, indiano ecc.. in quanto a ma piece ampliare sempre le mie conoscenze, sperimentando in continuazione nuove ricette, è difficile perchè amando la cucina nella sua totalità sono convinta che si possa sempre portare qualcosa di molto lontano, inteso come ingrediente ma anche come metodo di cottura, nella nostra tradizione culinaria.
Ecco perchè mi ritengo una fautrice della cucina fusion.
La scoperta del mondo delle spezie e la loro "magia" mi ha portato ad un graduale percorso di crescita verso ricette sempre più complesse.
Partiamo oggi con la preparazione di una piatto estremamente semplice, originario della cucina libanese diffusosi poi a macchia d'olio in Egitto, Grecia, Siria, Turchia fino a raggiungere le tavole dei ristoranti più rinomati d'Italia e d'Europa che lo riproponevano in abbinamento con prelibati e raffinati crostacei.
La mia versione segue molto la ricetta originaria con una piccola ma preziosa variante, utilizzo al posto dei ceci classici una particolare varietà della stessa famiglia: il cece nero.
I ceci neri sono una tipica varietà del territorio mediterraneo, coltivati in particolare nella murgia barese, per gusto e caratteristiche nustrizionali assomigliano molto ai ceci classici distinguendosi però per il loro elevato contenuto di ferro.



HUMMUS DI CECI NERI
INGREDIENTI:
Dosi per 2/3 persone.
- 200 g di ceci neri precedentemente lessati con carota, cipolla e sedano
- 1 spicchio d'aglio
- 1 cucchiaino di olio di sesamo tostato
- 2 cucchiai di olio extra vergine d'oliva spremuto a freddo
- 2 cucchiai di semi di sesamo rossi tostati
- succo di mezzo limone
- sale e pepe q.b.
- paprika e qualche fiore di nasturzio fresco per guarnire (facoltativo)


La preparazione di questa "crema" è oltremodo semplice.
Premetto che nella ricetta originale si utilizza anche la tahina una salsa derivata dalla lavorazione dei semi di sesamo bianchi, io vi propongo la ricetta senza contemplarne l'uso, sebbene ormai sia diventato molto facile reperirla nei supermercati più grandi, per il semplice fatto che si può ottenere lo stesso risultato con gli ingredienti sopra elencati.
Versate in un mixer da cucina i ceci neri, precedentemente bolliti, con un po' della loro acqua di cottura, lo spicchietto d'aglio, l'olio di sesamo, l'extra vergine d'oliva, il succo di limone, i semi di sesamo tostati, un pò di sale e pepe e frullate tutto fino a che non avrete ottenuto una crema vellutata e liscia (se la fase di frullatura risulta difficoltosa aggiungete ancora un pò di acqua di cottura dei ceci).
A questo punto l'hummus è pronto, assaggiate ed aggiustate eventualente con sale, pepe e una spruzzatina aggiuntiva di limone, versatelo in una ciotola e guarnite a piacere con paprika, qualche cece intero, un po' di sesamo e per un bel tocco di colore un fiore di nasturzio fresco (commestibile e piccantino).
Serviteli come antipasto o aperitivo accompagnati da una piadina al grano arso e un calice di Elena Walch Muller Thurgau freddo.

" Il Pensiero è il seme dell'azione."
Ralph waldo Emerson


1 Commenti



domenico razzino
29 ottobre 2016 alle 20:14
ricetta intrigante che sa coniugare salute, alimentazione e sapori di casa. La citazione poi merita una lode in primis. brava.
Lascia un commento
Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *




 
Torna ai contenuti | Torna al menu