Molino Filippi ilprofumodeldejavu

Vai ai contenuti

Menu principale:



Molino Filippi s.n.c.
Dal 1780 operatore dell'arte molitoria
Castelnovo di Isola Vicentina  -Vi-
Via Piave, n.4 - tel.0444-975053 fax.0444977686
Molino Filippi

La collaborazione con il Molino Filippi nasce dall'esigenza di unire prodotti di alta qualità con la voglia di rimanere legati alle tradizioni culinarie della mia regione.
L’azienda di Isola Vicentina, evoluzione diretta dell’antico molino avviato ancora nel 1780 a Valli del Pasubio, è oggi specializzata nella produzione di farine di mais di pregio o senza glutine.
Sotto la guida di Domenico Rino e dei tre figli Roberta, Antonio e Silvia, la società ha già raggiunto importanti traguardi grazie ad un mix vincente di tradizione, qualità e innovazione.

L’azienda pone le sue solide radici nel Vicentino a partire ancora dal 1780, quando i fratelli Antonio e Domenico Filippi decidono di costruire ed avviare a Valli del Pasubio l’antico molino con ruote di pietra azionate dalla forza dell’acqua, ancora oggi visibile in paese in via Giotto. È solo verso la metà del secolo scorso però che l’azienda affronta la sua prima importante svolta, con l’ingresso in società di Domenico Rino e la scelta di trasferire l’attività avviata dai bisnonni in pianura, a Castelnovo di Isola Vicentina. Nel nuovo molino la pietra lascia lo spazio alle più moderne macine in acciaio, in grado di garantire maggiore efficienza e qualità seppur nel rispetto dei metodi di lavorazione tradizionali. Il definito passaggio all’attuale sede nella zona industriale di Isola avviene invece nel 1990, con la costituzione non solo di un nuovo impianto di molitura, ma anche dell’essiccatoio e dei silos per lo stoccaggio del prodotto, sempre sotto la guida di Domenico Rino, 77 anni, e dei figli Roberta, Antonio e Silvia.
La sinergia tra i vari soggetti coinvolti quali agricoltore, ambiente, molino, laboratorio analisi, ha permesso di raggiungere l’obiettivo di certificare oltre l’80% della materia prima per uso alimentare umano, rispetto alla media nazionale che è ferma al 30%.
Tale certificazione è possibile escludendo ogni contaminazione da micotossine rigorosamente senza l’utilizzo di seme OGM.
La trasformazione della materia prima avviene sempre in maniera tradizionale ma utilizzando impianti che garantiscono uno standard igienico e di controllo elevato.
La propensione alla costante ricerca di nuove tipologie d’impiego, quali l’industria della birra, prodotti senza glutine, snack food, ecc. ha permesso di conoscere le potenzialità del mais.
In questa collaborazione l'azienda ha deciso di fornirmi i suoi prodotti di punta per poter elaborare ricette che vadano ad esaltare al meglio le caratteristiche di ogni farina. Il mio impegno è quello di farvi conoscere prodotti di alta qualità; farvi riscoprire i mille utilizzi della farina di mais che non sempre è sinonimo di polenta.



- Ricette correlate -



Sono dei classici biscotti antichi provenienti dalle cucine delle nonne venete che erano solite adoperare la farina di mais assieme ad altri tipi di farine. Si usava mescolare differenti farine per un discorso prettamente economico in quanto la reperibilità della farina di mais era molto alta e ad un basso... [LEGGI]
Pubblicato il 17/01/2017 alle ore 21:13
Il miglio è un super cereale privo di glutine e ricco di vitamine A e B, la composizione della sua farina è similare a quella del frumento e per questo è molto utilizzata in cucina, infatti si può adoperare per preparare delicate polente, morbidi muffin, piadine e pastelle per friggere... [LEGGI]
Pubblicato il 08/02/2017 alle ore 22:32
Una cucina color panna, stile anni 50, che profuma di vissuto, quel classico profumo di un mobile ormai invecchiato. Un tavolo marroncino ed una tovaglia bianca a scacchi rossi stesa sopra. Mani sagge che amalgamano farina e uova con un movimento ritmico, armonioso, passionale. Un mattarello viene fatto danzare ed una sfoglia di pasta prende forma.... [LEGGI]
Pubblicato il 22/02/2017 alle ore 19:50
Sì, gnocchi, ma non di patate... di polenta... che erano E SONO una vera libidine. La passata di pomodoro viene rallegrata dal gusto della maggiorana che sposa alla perfezione i bocconcini di polenta. Un piatto povero negli ingredienti e molto territoriale ed è proprio per queste sue caratteristiche che oggi... [LEGGI]
Pubblicato il 26/03/2017 alle ore 18:25
 
Torna ai contenuti | Torna al menu